Lorenzo La Neve & Matilde Simoni / Giungla urbana

LORENZO LA NEVE & MATILDE SIMONI
GIUNGLA URBANA
con uno scritto di Francesco Artibani

fumisterie, 6. 2018
19×26 cm, 64pagine col.
13,00 euro 11,05 euro
978-88-98462-16-2

(sconto 15% e zero spese di spedizione.
non si effettuano invii all’estero)

DISTRIBUZIONE: FUMETTERIE / LIBRERIE

 

NB: noi spediamo con pieghi di libro, per non far pagare le spese di spedizione. in genere ci mette tre giorni, ma può sorpassare la o addirittura le settimana/e (dipende dalle poste). se volete tempi certi, ordinatelo in libreria!

Il fumetto

Svegliarsi e mangiare un ovetto fresco, mentre un maggiordomo ti prepara i vestiti. Poi prendere l’autobus per andare all’università, quindi via a trovare il cugino malato all’ospedale, «Grazie infermiera», un po’ di jazz caldo che ti fa spiccare il volo, si evita di farsi uccidere dal capobanda che spaccia veleni letali, qualche parola con la propria ex, bang squizzz, «e questa giungla urbana è un frammento di cuore». Tutto normale, no?
Naaaaa.
Daccapo.

Svegliarsi e mangiare un ovetto fresco fatto dalle mogliettine del gallo sveglia, mentre un pinguino ti prepara i vestiti. Poi prendere la giraffa per andare all’università, quindi via a trovare il cugino malato all’ospedale, «Grazie infermiera Medusa», un po’ di jazz caldo sfornato da poveri uccelli che suonano da suonati, si manda wwfnc il panda capobanda che vuole estinguerti e spaccia coleotteri, bang squizzz, poi la propria ex, «e questa giungla urbana è un frammento di cuore».
Dai creatori di Stephanie & Louis, la serie che conta più di un cifrone e mezzo di visualizzazioni in rete, un romanzo grafico scoppiettante di colori e trovate, amori e rancori, ma soprattutto amori, amici, ibridi e persin cugini, in cui gli animali, stufi di farsi abitare la natura dagli ingombranti umani, si prendono la rivincita e abitano, abbelliscono, servono, sconvolgono la città.
E un frammento di cuore ce lo lasciamo anche noi.

 

Gli autori &

Lorenzo La Neve & Matilde Simoni – Iniziano a collaborare nel 2015 con il webcomic Microcosmo, pubblicato sul loro portale Bad Moon Rising Production. Sempre per la Bad Moon i due realizzano la serie di Stephanie & Louis e la testata periodica «Bad Moon Rising Magazine», insieme a Mattia Drugo Secci e Mitja Bichon. Per il suo lavoro sul «Magazine», Matilde viene candidata al Premio Bartoli 2018. Per BeccoGiallo lo stesso anno pubblicano Rosa grezzo. Stephanie & Louis, che raccoglie le storie di.

«Sui fumetti, lavoriamo quasi sempre insieme. Microcosmo è stato il primissimo, e per questo il più acerbo, ma gli vogliamo un sacco bene. Poi sono nati Stephanie & Louis, i nostri figli zozzi. Questo Giungla urbana è (finora) il nostro progetto più ambizioso.
Quando la Barta ci ha proposto di fare un libro inedito, abbiamo aspettato mesi prima di proporre un’idea. Cercavamo qualcosa che potesse lasciare sfogo artistico totale ai disegni, senza tanti atti impuri mentali. Una storia reale, concreta, di strada. E un po’ matta.
Allo Scomics (evento organizzato da Lorenzo a Roma), la rivelazione! Tra i tanti artisti in mostra c’era anche Matilde, che ha realizzato una serie di illustrazioni raffiguranti la Birdy Band (potete vederla in azione nella splash page nel covo del Panda): un gruppo che suonava gli uccelli come fossero chitarre, microfoni, sax e batterie. Vedere quei personaggi, quanto erano veri, quanto erano vivi e plausibili nonostante stessero suonando degli uccelli… Taac!
Giungla urbana nasce mescolando, in un complesso 50/50, il mondo animale dei fumetti e dell’animazione (dalla Disney a Bojack Horseman) con quello più reale e giovanile del nostro mondo. Un tessuto sociale fatto di studenti, animali, droghe leggere, giraffe autobus, crimine e dialoghi il più possibile colloquiali. Nasce così, e per noi è diventata un frammento di cuore».

Spezie

«Questa è la legge della giungla. Vecchia e vera come il cielo».

Kipling

«Con che cosa l’hai colpito?»
«Con lo stretto indispensabile!»

Il libro della giungla

 

Taggato , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi