Raffaella Tancredi / Solo. Con Fabio Stassi, Andrea Dei Castaldi, Stefano Bambini

solo_cope_piatto

a cura e con testi di RAFFAELLA TANCREDI
SOLO
con due racconti di FABIO STASSI e ANDREA DEI CASTALDI
testimonianze raccolte da STEFANO BAMBINI

sconfini, 1. 2017
13,5×20,5 cm, 136 pagine
978-88-98462-10-0
15,00 euro 12,75 euro

(sconto 15% e zero spese di spedizione. non si effettuano invii all’estero)

NB: noi spediamo con pieghi di libro, per non far pagare le spese di spedizione. in genere ci mette tre giorni, ma può sorpassare la o addirittura le settimana/e (dipende dalle poste). se volete tempi certi, ordinatelo in libreria!

DISTRIBUZIONE

Il libro e la collana

Il libroSolo, da una poesia di Edgar Allan Poe, per raccontare l’estrema solitudine in cui le persone autistiche vivono e crescono. Eppure la mente di un bambino autistico ha bisogno, come quella di tutti i bambini, di essere nutrita attraverso la relazione con altre menti. Ma questa relazione non è possibile se le persone che gli stanno accanto non sono informate sul suo modo di funzionare. Ed è qualcosa che riguarda tutti: «Gli autistici nel mondo sono così tanti che non è possibile non aver avuto nella propria vita almeno un contatto diretto e personale con uno di loro. Non so se lo sapevi. Io l’ho imparato».

La collana – La collana   S/CONFINI nasce dalla convinzione che la possibilità di condividere è una capacità peculiare all’essere umano e che questo tratto specifico dell’uomo può essere reso fecondo da una società che accoglie anche il dolore e le difficoltà ed opera così a sostenere e difendere la vita nelle sue molteplici forme. Si può aumentare così la qualità del vivere lavorando a rafforzare la tessitura delle relazioni fra gli uomini affinché la vita di tutti sia più confortevole e degna.
Parafrasando Carla Busato (che a sua volta rilegge Leonardo da Vinci in Maternitá: fortezza da due debolezze), se è possibile riconoscere e inserire in un rapporto fra simili anche la debolezza, quale espressione del limite che caratterizza le esperienze della nostra vita, allora, da questa debolezza, pensata e gestita, puó nascere una «fortezza».
Ogni volume della collana è diviso in tre parti, che concorrono – ciascuna in maniera differente – a far entrare in risonanza il lettore con il tema: nella prima parte si trovano i racconti degli scrittori che, attraverso l’immaginazione, ci prendono per mano e ci portano nel mondo della loro fantasia; nella seconda, gli esperti trattano l’argomento da un punto di vista scientifico; la terza parte, infine, ci riporta nella dimensione del racconto, dove i personaggi però sono persone, e le storie nascono dalla vita reale.
Abbiamo pensato S/CONFINI come una esperienza di conoscenza emotiva, perché stare dentro le storie – attraversarle, ascoltarle affettivamente – ci rende capaci di incontrare condizioni diverse: conoscerle, comprenderle e soprattutto condividerle.

Gli autori &

Raffaella Tancredi, medico specialista in neuropsichiatria infantile e psichiatria, e psicoanalista. Autismo/autismi; Dialogo (neanche tanto immaginario) fra una psicoanalista ed un professionista esperto di autismo.

Fabio Stassi, scrittore. Con le sue opere ha vinto anche i premi Vittorini, Palmi, Campiello e Scerbanenco. Il banchetto del ciabattino.

Andrea Dei Castaldi, scrittore. Due romanzi con Barta, un terzo in corso. Pelle.

Stefano Bambini, batterista e trombettista, sceneggiatore, regista. Laura; Pietro.

Mariolina Camilleri, illustratrice. Per Barta è, da sempre, una quinta colonna. La quarta di copertina.

 

Spezie

Fanciullo, io, non ero
com’erano gli altri, né come gli altri
vedevano, vedevo. Giammai
spillai da una stessa sorgente
le mie passioni; né mai ebbi
da una comune fonte il mio patire.
Né la gioia al cuore
risvegliai in concerto con altri.
Tutto quanto amai, io, l’amai da solo.

Edgar Allan Poe

 

Fabio Magnasciutti / Nomi cosi animali. Con uno scritto di Silver – ESAURITO

magnasciutti_nomicosianimali_esaurito

FABIO MAGNASCIUTTI
NOMI COSI ANIMALI
con uno scritto di SILVER

circometrò, 1. 2017
20,75×16,5 cm, 208 pagine col.
978-88-98462-09-4
15,00 euro 12,75 euro

ESAURITO

(sconto 15% e zero spese di spedizione. non si effettuano invii all’estero)

IN LIBRERIA, FUMETTERIA, CARTOLERIA, QUALCOSERIA.
NB: noi spediamo con pieghi di libro, per non far pagare le spese di spedizione. in genere ci mette tre giorni, ma può sorpassare la o addirittura le settimana/e (dipende dalle poste). se volete tempi certi, ordinatelo in libreria!

DISTRIBUZIONE: FUMETTERIE / LIBRERIE

Il libro

La parola a Silver: «Fabio è bravo, e io quelli bravi li tengo d’occhio. A tanti capita di essere bravi una volta, e quelli li lascio perdere, ma quelli che sono bravi sempre fanno paura, e li curo.
Non mi addentro nella disamina del suo stile grafico personalissimo (che poi quando ci vediamo mi spieghi la tecnica, se usi davvero i pennelli o è solo un filtro, in che dimensioni, quanto c’è di materico e quanto photoshop ecc.), no, parlo dell’intelligenza elegante delle sue riflessioni, dello sguardo lunare sulle cose, distaccato e apparentemente disinteressato alle miserie dell’attualità, che invece, al contrario, aggredisce alle spalle arrivandoci per vie traverse. […]
Preciso come un laser, Fabio ti spiazza. È come qualcuno che ti porge la mano per stringere la tua e poi velocemente la ritira. È la palla che ogni volta Charlie Brown si ostina a calciare. È la porta a vetri che non riesci mai a vedere in tempo.
Il gatto che fissa la boccia d’acqua del pesce rosso e dice «Oh quando la guardi non bolle mai» vorrei mille volte averla fatta io. Ma che sinapsi ha questo ragazzo?».

Gli autori &

Silver – Noto anche come Guido Silvestri, è il padre di Lupo Alberto e della fattoria dei McKenzie. Senza di lui nessuno direbbe «Ehilà Beppe» e il mondo sarebbe un po’ più brutto.

Fabio Magnasciutti – Illustratore e vignettista, ha al suo attivo numerosi libri con la casa editrice Lapis e con altri editori. Ha illustrato campagne per le aziende Saras, Enel, Api, Montedison e altre; ha curato sigle e animazioni dei programmi Che tempo che fa (edizioni 2007 e successive) e Pane quotidiano; ha realizzato illustrazioni per i programmi AnnoZero e Servizio pubblico; e tra le sue collaborazioni figurano «la Repubblica», «l′Unità», «il Misfatto», «gli Altri», «Linus», «Left», «il manifesto». Insegnante di illustrazione editoriale presso lo Ied di Roma, dal 1993 canta con il gruppo Her pillow, nel 2005 ha fondato la scuola di illustrazione Officina B5 e nel 2015 ha vinto il premio come miglior vignettista presso il Museo della satira e della caricatura di Forte dei Marmi.

Spezie

PERCHE’ LO FAI?

perché è urgente, preme e se non esce diventa qualcos′altro e fa male
nasce qui, poi vuole uscire
e qui sono il sindaco, il farmacista, il parroco
e il carabiniere, lo scemo, il becchino
apro i cancelli e via
poi non so, qualche volta ritorna, altre no, non ne so più niente
ma va bene così

Mappa Letteraria di Milano

Un poema continuamente interrotto. Ma anche basta con queste immagini logore. Una città. Un agglomerato di persone che scelgono tutte di vivere nello stesso spazio e ci costruiscono case. Poi le case si moltiplicano, poi crescono in altezza, perché lo spazio è finito. Alle case si aggiungono strade e ritagli di terra intoccata per non morire di soffocamento onirico. Poi alle strade, ai palazzi, ai giardini si aggiungono le conquiste del cielo e dei fiumi e gli scavi sotterranei per liquami e altre vie. E negli interstizi, fra palazzo e palazzo, fra strada e giardino, nelle intercapedini tra fosso e fiumazzo ci sono nascondigli, recinti invisibili dove scomparire. La vocazione della città è questa: la scomparsa, l’assenza. Scomparire, rintanarsi. Nelle pieghe d’ombra della città nascono poeti, scrittori; si accampano ai margini dell’invisibile e scrivono. Lo fanno da anni, vanno avanti così per sempre e da sempre, anch’essi dimenticati, beati di quell’oblio. Milano è grigia, la nebbia, la competizione, la solitudine, il freddo e così via. Ma è indubbiamente una città. La più città fra le nostre città. E questa mappa le rende ragione.

mappa letteraria